Offerta Formativa

Le nostre scelte didattiche
Docenti tutor

Tutor è “colui che accompagna un altro”.

medie 1

Il ragazzo ha bisogno di essere seguito durante il suo lungo percorso di crescita e di sviluppo da figure adulte di riferimento che sono prima di tutto i suoi genitori, quindi, in secondo luogo, tutti i suoi insegnanti. Per coordinare al meglio le attività didattiche della classe e facilitare le relazioni della scuola con la famiglia, raggiungendo l’obiettivo finale del successo formativo, uno dei docenti di lettere o matematica è incaricato quale figura di riferimento, con il compito ulteriore di stimolare la responsabilità educativa di tutta l’èquipe pedagogica.

Piano di studi personalizzato e unità di apprendimento

I docenti della classe presentano un piano di lavoro formato anche da unità di apprendimento pluridisciplinari, ovvero scelgono tematiche di ampio respiro che possano coinvolgere contemporaneamente gli studenti in più di una disciplina. Attraverso la programmazione, gli insegnanti trasformano gli obiettivi specifici di ciascuna disciplina in obiettivi di apprendimento secondo quanto stabilito dalle indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione, ma soprattutto permettono di cogliere e sviluppare nei ragazzi abilità solitamente poco utilizzate in ambito prettamente scolastico.

Lezioni multimediali e tecnologia LIM

Ogni aula della Scuola è cablata. Il professore ha la possibilità di collegarsi alla rete del web oppure di proiettare il file che ha preparato per la lezione. Può ancora utilizzare le lavagne interattive di cui dispone l’Istituto, applicando software didattici specifici per visualizzare al meglio la propria disciplina.
Si tratta di strumenti moderni che consentono di “amplificare” la realtà, fornendo agli studenti stimoli integrati per una “comunicazione efficace”.
Parte del testo scolastico è dotato di riferimenti al web ed è scaricabile in formato pdf sul computer.

Recupero e sportelli HELP

La scuola prevede l’attivazione degli SPORTELLI HELP, attivati dagli insegnanti della materia quando ritengono utile riprendere un contenuto particolarmente ostico. Sono un servizio gratuito, pomeridiano, destinato agli studenti che, a giudizio del docente, necessitano di un tale intervento. Le famiglie verranno avvisate per tempo, di volta in volta, dell’attivazione dello sportello con indicazioni precise di giorno e orario.


Attività facoltative

medie4

Lo studente può aggiungere altre attività che la scuola offre in orario pomeridiano.
L’iscrizione è facoltativa e viene effettuata all’inizio dell’anno scolastico.
La Scuola offre a scelta:

  •  Studio pomeridiano assistito, compreso nella retta, per migliorare il metodo di lavoro e l’organizzazione del tempo nella gestione degli impegni scolastici insieme ai compagni e con l’aiuto degli insegnanti (su prenotazione libera, dal lunedì al giovedì);
  •  Attività sportive (corso di Multisport e Aikijujutsu);
  •  Conversazioni in lingua inglese (Basic, Advanced);
  •  Corsi per la certificazione linguistica europea (KET in seconda per corso inglese potenziato e in terza per i corsi con due lingue straniere);
  •  Corsi per preparare l’esame dei primi moduli ECDL (European Computer Driving Licence);
  •  Lezioni di canto e/o strumento musicale (singole o a gruppi gestite da Centro studi musicali);
  •  Corso di Teatro con saggio finale;
  •  Laboratorio artistico “Se provo ci riesco”;
  •  Laboratorio di Scrittura;
Iniziative scolastiche
Progetti culturali
  1. Le lingue straniere, l’inglese, il tedesco e lo spagnolo, sono per noi particolarmente importanti nel curriculum dello studente; per questo viene offerta la possibilità di integrare l’apprendimento con la certificazione europea del livello conseguito.medie-neve1
  2. Si è scelto inoltre di avviare una sperimentazione in geografia, anticipando così le intenzioni ministeriali per la scuola superiore: presentare nella doppia lingua (italiano – inglese) i contenuti di geografia con la compresenza dei due insegnanti: lettere e inglese (vedi quadro orario sopra).
  3. Un “laboratorio teatrale” è offerto agli studenti per sviluppare abilità altrimenti latenti ed è finalizzato alla realizzazione di uno spettacolo, da presentare poi ai genitori.
  4. Nelle unità di apprendimento che riguardano l’ambito scientifico verrà data particolare attenzione allo sviluppo delle capacità logiche e di osservazione, attraverso sperimentazioni pratiche e attività in ambiti extrascolastici.
  5. Molto importante è la cura dell’esposizione orale degli argomenti. Attraverso l’interrogazione l’allievo ha modo di migliorare la propria capacità espressiva.
  6. Sarà inoltre cura della scuola allenare i ragazzi alla Prova Nazionale INVALSI, la cui valutazione fa media per il voto d’uscita dalla scuola secondaria di I grado.
  7. Per le classi prime, già in settembre, si organizzeranno alcuni momenti di convivenza per una maggior conoscenza reciproca.
  8. Per le classi terze sarà proposta la visita di una città storicamente e culturalmente significativa o ad altro luogo particolarmente importante. Durante tale esperienza si punterà non solo all’incontro con la storia e l’arte, ma anche il confronto con realtà significative dal punto di vista umano.
Progetti formativi

Progetto “relazioni scuola famiglia”
La scuola offre ai genitori molteplici occasioni di incontro con la famiglia: colloqui personali con i professori, conferenze, spettacoli teatrali realizzati dagli allievi. Lo scopo è rafforzare la responsabilità dei genitori nell’educazione dei propri dei propri figli, sviluppando un dialogo educativo coordinato ed armonico tra famiglie e scuola.

Progetto Orientamento
Per orientamento si intende l’aiuto che la scuola può offrire per l’elaborazione da parte degli studenti di un personale progetto di vita e di studio. Secondo il nostro progetto non se ne può occupare una sola persona all’interno della scuola, ma ad esso collaborano tutti i docenti; tutte le attività curricolari, extra-curricolari ed integrative sono finalizzate alla scoperta e valorizzazione delle peculiari potenzialità di ciascuno studente.
Entro il mese di ottobre, agli studenti delle classi terze viene consegnato un documento nel quale è riportato il Consiglio orientativo concordato tra tutti gli insegnanti e stilato in base a un breve portfolio che permette uno sguardo su alcune abilità e competenze acquisite dallo studente in quel momento di crescita. Esse sono: il senso del dovere, la volontà di socializzare, l’interesse ad approfondire, l’acquisizione di un metodo, la capacità di esprimersi, di concentrarsi e di organizzarsi. Viene proposto come spunto per trasformare la scelta della scuola superiore in occasione di crescita e di dialogo con le persone adulte che interagiscono con lui.

Altre iniziative scolastiche
Oltre alle udienze individuali settimanali e a quelle generali con ogni docente, la scuola organizza:

  • conferenze con esperti sui problemi della preadolescenza;
  •  incontri per l’approfondimento di tematiche sociali e religiose;
  •  corsi di approfondimento sulla relazione genitori-figli, tenuti da esperti;
  •  spettacoli;
  •  momenti di convivialità;
  •  festa di fine anno scolastico;
  •  ritiri spirituali in preparazione al Natale ed alla Pasqua.